Coltivare ortaggi in spazi ridotti con delle vecchie grondaie

vaso

Vecchie grondaie, terriccio, acqua, semi e una parete o una finestra ben esposta a disposizione. Sono gli elementi indispensabili per poter creare il proprio giardino  profumato e multicolore anche con poco spazio a disposizione.

Per prima cosa dobbiamo procurarci la sezione di grondaia in un negozio di materiali edili o, meglio ancora, riciclarne una vecchia. Generalmente i materiali con cui vengono realizzate sono molteplici: si va dall’acciaio zincato, al rame fino allo zinco-titanio. Quelle che ci interessano maggiormente sono in acciaio zincato o alluminio. Le dimensioni di quella utilizzata per questo articolo sono: una sezione di 130×130 mm ed una lunghezza di 180 cm. Ovviamente la lunghezza sarà commisurata a quella dello spazio a nostra disposizione.

Poi abbiamo bisogno di un pannello di legno non trattato dal quale ricavare 2 segmenti quadrati di 150x150x20 mm che andranno a costituire i montanti laterali del nostro contenitore.

Infine procuriamoci del silicone, meglio se trasparente, una ventina di viti per legno, dei piedini di gomma adesivi se vogliamo mettere il nostro vaso sul davanzale o dei tasselli per fissare il contenitore al muro prescelto.

Come prima cosa verifichiamo con esattezza le misure della nostra grondaia. Verifichiamo la profondità e la larghezza delle pareti.Ora possiamo riportale sul pannello di legno in modo da ottenere i nostri due laterali che andranno così ad aderire perfettamente alle estremità della gronda.

interno

Procediamo ora con la perforazione della lamiera. Pratichiamo 3 fori, con una punta per metallo di dimensioni adeguate alle nostre viti, sul fondo della gronda a circa 10 mm dal bordo. Prima di fissare i nostri laterali in legno possiamo stendere un velo di silicone lungo tutto il bordo in prossimità dei fori appena realizzati. Il silicone renderà il nostro vaso sigillato evitando qualsiasi fuoriuscita di acqua. Ora inseriamo alle due estremità i nostri quadrati di legno e fissiamo il tutto con le viti.

Poi ripetiamo la stessa operazione per i laterali sia all’estremità destra sia a quella sinistra della nostra gronda.

Se vogliamo sfruttare lo spazio di un davanzale incolliamo i piedini in gomma per evitare i graffi, Posizioniamo ora il vaso appena realizzato su un davanzale con una buona esposizione ai raggi del sole. Procediamo a riempirlo con del terriccio vegetale ed il gioco è fatto. Siamo pronti a veder crescere velocemente le nostre verdure preferite anche senza il sospirato terrazzo.

Se vogliamo invece fissare la grondaia ad un muro esterno praticare dei fori in alto sul lato posteriore del nostro vaso per poterlo fissare con dei tasselli al muro.

Una volta ancorate al muro, riempite le grondaie per metà con il terriccio.

Poi distribuite uno strato di fertilizzante naturale a basso rilascio e ricoprite con il restante terreno. Avendo a disposizione uno spazio limitato, il fertilizzante naturale fornisce alla pianta elementi utili alla crescita.

Infine potete passare alla semina.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: